feb 14 2012

I siti

Maria Assunta Campanile @ 15:23

Nell’area fiorentina …..

CERCINA

Cercina, insediamento sparso di origine medievale, guarda dall’alto Firenze nel silenzio di una campagna incantata, con la sua Pieve romanica e il castello di Castiglioni. Qui abitarono per secoli i signori di queste terre, i Catellini, che Dante cita nel Paradiso fra le migliori casate della Firenze del buon tempo antico.

La mano dell’uomo contemporaneo non ha snaturato questi luoghi: la collina è stata in buona parte tutelata. Ma l’abbandono dell’agricoltura fa crollare un po’ alla volta i chilometri di muri a secco che sorreggono i terrazzamenti, trattengono le acque e allietano il paesaggio. Anche il castello, disabitato e depredato dei suoi beni, scivola in un degrado sempre più irreversibile.

OSMANNORO

Nella Piana fiorentina, l’Osmannoro conserva ancora oggi nel reticolo delle strade e dei fossi, a più di duemila anni di distanza, il disegno geometrico della centuriazione romana, quando ai veterani di guerra venivano assegnati in ricompensa lotti quadrati di terreno da coltivare dopo la bonifica delle paludi accanto alla colonia di Florentia.

Ma altre popolazioni erano vissute qui anche in precedenza, durante l’età del rame, del bronzo e del ferro. Le testimonianze riemergono ad ogni nuovo scavo per le fondamenta degli edifici che l’uomo contemporaneo ha spalmato in abbondanza su questo territorio: capannoni, alberghi, centri commerciali, facoltà universitarie. Ettari di catrame rivestono  piazzali e grandi arterie stradali. Non è facile né particolarmente invitante spostarsi a piedi in questo paesaggio fatto di asfalto e cemento: qui il mondo sembra essere a misura di macchine e TIR.

 

Commenti chiusi.