feb 22 2010

Podcast

Category: Senza categoriagiuliano_fantechi @ 14:31

podcastIntroduzione

Un tempo, uno degli appuntamenti preferiti dalle famiglie era offerto dalla possibilità di riunirsi attorno ad una radio ed ascoltarne i notiziari o gli episodi di un romanzo.
Oggi quelle immagini fanno sorridere se si pensa all’evoluzione della tecnologia, attraverso la quale è possibile ascoltare quegli stessi programmi radiofonici dove e quando si vuole, semplicemente scaricandoli su un apposito dispositivo: tutto ciò grazie al Podcasting.
Nelle pagine successive descriveremo meglio il Podcasting, i vantaggi e le caratteristiche che lo contraddistinguono, per poi soffermarci sui contributi che questo strumento può dare nella didattica.
Infine mostreremo alcuni esempi per illustrare come può essere utilizzato in contesti scolastici.

2. Cos’è – L’evoluzione delle trasmissioni radio: il Podcasting

Il termine Podcasting deriva dall’unione di iPod, il noto lettore trasportabile di file audio in formato mp3, e Broadcasting, il sistema di trasmissione radio-TV classico.
Il Podcasting infatti può essere considerato un’evoluzione delle trasmissioni radiofoniche a puntate, in quanto trasmette essenzialmente contenuti audio e non testuali.
Tuttavia, rispetto alle tradizionali trasmissioni radio, il Podcasting ha una serie di caratteristiche fondamentali:
- l’utilizzo di internet come modalità di diffusione, e non dell’etere.
- la possibilità di ricevere e scaricare i contenuti radiofonici in modo automatico.
- la possibilità di poter ascoltare tali contenuti dove e quando si vuole

3. Cos’è – Le origini del Podcasting

Il Podcasting è apparso per la prima volta nel 2004, dall’integrazione di due funzionalità esistenti.
La prima è la possibilità di caricare e scaricare dal web file audio e video;
La seconda è la possibilità offerta da alcuni siti di informazione di ricevere gli aggiornamenti delle notizie direttamente sul proprio PC, tramite un sistema chiamato “Feed RSS”.
In tal modo è nato il Podcasting, un sistema di comunicazione e di trasmissione che scarica automaticamente i Podcast da un sito internet direttamente sul proprio computer.
I Podcast sono una sorta di episodi radiofonici registrati in un file audio e, a volte, anche video.
Tali file possono essere salvati sul proprio computer o direttamente su altri dispositivi che ne consentono la fruizione, come l’iPod appunto, in modo da essere riascoltati in qualsiasi momento e in qualsiasi posto anche senza connessione alla rete.

4. Cos’è – Come funziona un Podcasting

Ma come funziona esattamente un Podcasting? Come possiamo fare per ricevere gli aggiornamenti?
Cerchiamo di rispondere a questi interrogativi con una metafora: possiamo infatti immaginare il sistema del Podcasting come se fosse un abbonamento tramite posta ordinaria ad una rivista cartacea.
Ogni volta che viene stampato un nuovo numero della rivista, il postino ce la recapita direttamente nella nostra posta.
Allo stesso modo, per ricevere gli aggiornamenti dei Podcast di un sito, dobbiamo innanzitutto effettuare un abbonamento al sito stesso, quasi sempre gratuito.
Successivamente, abbiamo bisogno di un postino che ci recapiti gli aggiornamenti: questo compito è svolto alcuni programmi che si trovano facilmente su internet, anch’essi gratuiti, denominati “aggregatori”.
Gli aggregatori si occupano di verificare l’esistenza di nuovi Podcast su tutti gli abbonamenti sottoscritti dall’utente e scaricarli automaticamente sul PC (l’equivalente della nostra buca della posta).

5. Cos’è – I vantaggi offerti dal Podcasting

Cerchiamo ora di sintetizzare i vantaggi che caratterizzano il Podcasting in quattro parole chiave.
La prima è “automaticità dell’aggiornamento”. Come già detto, semplicemente abbonandosi al sito, l’utente potrà essere sempre aggiornato sui propri Podcast preferiti.
La seconda è “fruizione off line”. L’ascolto o la visione di un Podcast non richiedono necessariamente un collegamento a Internet durante la fase di fruizione, ma solo in fase di download.
La terza parola chiave è “mobilità”. I file possono essere anche salvati su dispositivi portatili, come il lettore mp3 o l’iPod, in modo da poterli ascoltare anche lontani da casa.
La quarta e ultima parola è “asincronia”: per fruire dei Podcast infatti non è necessaria la compresenza di emittente e destinatario al momento della trasmissione.

6. Cos’è – La diffusione del Podcasting

Rispetto alla radio e alle trasmissioni via internet, la costruzione e la gestione di un Podcast è molto più semplice e economica: tutto ciò che serve è un dispositivo con cui registrare gli episodi e un collegamento alla Rete per caricare i file.
In tal modo ogni utente può creare facilmente il proprio Podcast personale tematico con il quale trasmettere le puntate tramite il sistema di Podcasting.
Gli ambiti di applicazione sono i più disparati: emittenti radiofoniche musicali che ripropongono le registrazioni delle trasmissioni andate in onda, notiziari di testate giornalistiche, ma anche personaggi dello spettacolo che vogliono raccontarsi e tenersi in contatto con i propri fans.
Ci sono infine, anche siti che pubblicano periodicamente sottoforma di file audio gli episodi di romanzi narrati da una voce, ricordando un po’ i radio romanzi di un tempo, col vantaggio di ricevere automaticamente gli episodi e non rischiare così di perderne nessuno.

7. Come si usa? – Il Podcasting nella didattica

Le potenzialità sopra descritte del Podcasting non potevano non attirare l’attenzione anche nel mondo della scuola.
Essendo uno strumento prevalentemente audio e video, le applicazione didattiche, e i conseguenti benefici nell’apprendimento, riguardano soprattutto gli ambiti dove la parola, parlata o ascoltata, assume rilevanza.
Lo studente può trarre benefici nell’apprendimento sia attraverso un utilizzo passivo del Podcasting, in cui è semplice fruitore di contenuti già elaborati da altri, sia con un utilizzo attivo, in cui è lo studente stesso il produttore di Podcast.
Di seguito verranno proposte le possibili applicazioni di un Podcasting a scuola secondo questo diverso utilizzo, illustrandone i possibili vantaggi nell’apprendimento.

8. Come si usa? – La fruizione dei Podcast: lezioni didattiche e “Podcast aumentati”

La fruizione passiva di Podcast didattici da parte di uno studente si manifesta soprattutto sottoforma di cicli di lezioni ed argomentazioni didattiche.
Ciò può avvenire sia con lezioni ad episodi direttamente elaborate dal proprio docente, rappresentando una sorta di approfondimento fuori dall’aula;
sia scaricando e mettendo insieme una serie di episodi a contenuto didattico relativi ad un argomento, presi da vari Podcast della rete, realizzando così una sorta di playlist didattica.
Una forma più elaborata di Podcast come lezioni didattiche sono i cosiddetti “Podcast aumentati”, o anche “audiolibri”.
Questi Podcast sono delle lezioni in formato audio, suddivisi in capitoli come dei libri e contenenti anche video, immagini statiche, testi e link a siti web.
In questo modo, l’apprendimento non deriva semplicemente dall’ascolto della lezione, ma è supportato e approfondito anche da ulteriori strumenti, quali la navigazione in internet, il testo scritto o le rappresentazioni grafiche.

9. Come si usa? – I vantaggi della fruizione di Podcast

La presenza sulla rete di una serie di Podcast a contenuto didattico, permette allo studente di avere a disposizione una gran quantità di risorse, con le quali poter effettuare approfondimenti ed integrazioni allo studio in una sorta di autoistruzione.
Inoltre, le lezioni trasmesse col Podcasting possono raggiungere anche studenti assenti o impossibilitati a frequentare per motivi di salute o malattia.
Diversamente, può anche essere una modalità di trasmettere lezioni a studenti coinvolti in progetti e-learning.
Tutto ciò, in una visione più ampia, contribuisce ad un proliferare di sempre più Podcast di tipo didattico ad accesso pubblico, favorendo la creazione di una sorta di grande comunità on line, da cui ognuno può attingere materiale educativo.

10. Come si usa? – Fare Podcasting in classe

Come abbiamo visto, fare Podcasting è molto semplice: qualunque studente può diventare autore di un Podcast didattico, trasportando facilmente questo strumento direttamente dentro l’aula.
Se opportunamente stimolate da iniziative del docente, sono molteplici le modalità con cui uno studente può fare Podcasting ottenendo importanti benefici ai fini dell’apprendimento.
Ad esempio, si va dalla lettura di brani letterari, alla creazione di lezioni, dai dibattiti sugli argomenti oggetto di studio in classe alle conversazioni di lingua straniera.
In altri casi, si è cercato di creare delle vere e proprie radio-TV, con rubriche e talk show tematici su argomenti prestabiliti e curati ed organizzati in scaletta dagli stessi studenti.

11. Come si usa? – I vantaggi del fare Podcasting in classe

Tutte queste possibili applicazioni consentono ad uno studente di diventare protagonista attivo dei contenuti elaborati nel Podcast.
Infatti, studiare per produrre una lezione didattica da trasmettere col Podcasting è molto più stimolante e motivante dal farlo per una interrogazione, e crea un maggiore senso di responsabilità nello studente.
Parlare correttamente ad un microfono impone inoltre, la necessità di formulare pensieri comprensibili per farsi capire da un ipotetico pubblico.
In tal modo, leggere brani letterali, conversare in lingua straniera, partecipare ad un dibattito registrato, non sono altro che strumenti che favoriscono nel ragazzo l’acquisizioni di capacità espositive e proprietà di linguaggio.
Per quanto riguarda i dibattiti radiofonici poi, c’è da aggiungere che educano anche all’acquisizione di competenze comportamentali, attraverso il rispetto delle opinioni degli altri.

http://www.innovascuola.gov.it/

Tag: