feb 20 2011

Come inserire immagini

Category: active Inspire,LIMgiuliano_fantechi @ 09:53

Per aggiungere un’immagine

alla pagina corrente, alcuni software mettono a disposizione il semplice strumento (dove la semplicità sta nella riproduzione di un comando generalmente presente nei più diffusi applicativi di office automation) “Inserisci immagine”.
Alla selezione dello strumento, segue generalmente l’apertura di una “picture gallery”, una raccolta cioè di immagini pre installate che possono essere inserite nei diversi file di lavoro. Una volta inserita, è possibile trascinare l’immagine in qualsiasi posizione sulla pagina e manipolarla come qualsiasi altra entità, inclusi rotazione, ridimensionamento, raggruppamento, spostamento, copia, [..].
Come nei più comuni software per l’elaborazione di presentazioni, infine, anche molti software per le lavagne consentono la scelta di una pagina con immagine già presente, che viene visualizzata nella finestra di dialogo delle impostazioni, solitamente mostrata a sinistra.
Per rintracciare le immagini più utili allo scopo alcuni software consentono di effettuare una ricerca mediante parole chiave, quindi di gestire apposite librerie personalizzate.

Inserire forme e figure geometriche
L’introduzione di frecce, linee o forme, può avvenire sia utilizzando lo strumento penna che ricorrendo ad appositi pulsanti per il disegno.
Oltre che per le annotazioni o la scrittura a mano libera, lo strumento penna comprende infatti forme come: frecce, linee, rettangoli, ellissi, [..]. Le singole forme possono essere solitamente scelte dalla barra degli strumenti.
Sempre sulla toolbar, altri software mettono invece a disposizione specifici pulsanti per la costruzione di forme e di figure geometriche.
Rispettivamente, lo strumento:
- “Linea” consente di tracciare linee rette;
- “Rettangolo” permette di disegnare quadrati e rettangoli;
- “Ellisse” di tracciare cerchi ed ellissi.
Per intervenire sulle figure geometriche create o per lavorare con le stesse, altri software ancora mettono a disposizione appositi strumenti del tipo: “goniometro, guide graduate per misure, formule matematiche”, ecc.
Tutti gli oggetti possono essere tracciati nell’area della slide; basta selezionarli dall’apposita barra e poi definirne l’ingombro sullo stage tramite trascinamento.

Tratto da http://www.innovascuola.gov.it/

Tag: ,


feb 18 2011

Cos’è una LIM?

Category: active Inspiregiuliano_fantechi @ 11:38

LIM è l’acronimo di Lavagna Interattiva Multimediale.

E’ un dispositivo elettronico che ha le dimensioni di una tradizionale lavagna d’ardesia sulla cui superficie è possibile scrivere, gestire immagini, riprodurre file video, consultare risorse web [..]. In commercio dal 1991, la lavagna digitale si è inizialmente diffusa nelle scuole del Nord America e di lì soprattutto in Gran Bretagna, dove è stata favorita una sua introduzione massiccia nelle scuole primarie e secondarie di primo grado. I punti di vista sul suo impiego a scopo formativo sono tanti e vari ma tutti accomunati dal riconoscerne il potenziale in termini di apprendimento e di partecipazione da parte degli studenti.


C’è chi l’ha metaforicamente definita una piccola rivoluzione copernicana.
Introdurre una lavagna interattiva in aula equivale infatti ad “aprire” quella classe al digitale; significa, in qualche misura, invertire il senso di marcia della tecnologia. Non sono più infatti gli allievi ad essere “portati” in sala per la classica “ora di informatica”, ma è il multimediale ad entrare in classe e a rendersi immagine, video, web, risorse interattive.
La classe – è questa una delle opinioni correnti fra quanti hanno sperimentato la lavagna interattiva – diventa, in modo nuovo, un ambiente di apprendimento e di formazione in cui tutti possono interagire con quanto avviene sullo schermo.


Mantenendo il classico paradigma centrato sulla lavagna e utilizzando metodi tradizionali d’insegnamento come la lezione frontale, il docente potenzia, con la multimedialità e la possibilità d’utilizzare software didattico in modo condiviso, la propria attività; facilita la spiegazione dei processi, la descrizione di situazioni e ambienti, l’analisi di testi.
Tutto ciò consentendo una visualizzazione diretta e condivisa dell’oggetto su cui è convogliata tutta l’attenzione degli allievi, avendo altresì contestualmente la possibilità di salvare i percorsi didattici proposti, per successivi utilizzi o per la distribuzione agli studenti (inclusi quelli assenti).


Oltre che per la didattica frontale, la lavagna interattiva può essere impiegata in aula per lezioni di tipo interattivo/dimostrativo, cooperativo, costruttivo; per condurre dunque attività collaborative e laboratoriali, per svolgere le interrogazioni, per la navigazione e ricerca su web, per presentare in modo innovativo studi ed elaborati realizzati dagli studenti.
Molti insegnanti hanno parlato di elevati indici di gradimento e di coinvolgimento degli allievi.
E fra i “perché” hanno in particolare indicato la “proprietà” della LIM di allinearsi al linguaggio, delle immagini, dei filmati, della fruizione interattiva, cui le nuove generazioni e i loro stili d’apprendimento sono ormai abituate.

http://www.innovascuola.gov.it/

Tag: ,


feb 18 2011

Come scrivere sulla LIM.

Category: LIMgiuliano_fantechi @ 11:21

LIMEsistono vari modi per inserire elementi testuali sulla lavagna interattiva:
- scrittura digitale tramite tastierino a vista sullo schermo;
- scrittura mediante apposite penne o pennarelli;
- riconoscimento di testo inserito a mano libera.
Una volta introdotti, è possibile intervenire sugli elementi testuali mediante strumenti di selezione, evidenziazione, taglia, copia, cancella; quindi salva, stampa ed esporta.


Digitare testo
Per scrivere direttamente alla lavagna senza andare al computer, come se si utilizzasse tuttavia la tastiera fisica del pc, è possibile ricorrere ad un tastierino virtuale.
Nello specifico, alcuni software prevedono la selezione della modalità “Onscreen Keyboard”, mediante la quale si apre un’area di lavoro entro cui viene “disegnata” sullo schermo la tastiera virtuale.
Valido sostituto alla tastiera fisica, questo tastierino virtuale consente l’introduzione di testo che viene direttamente visualizzato sulla superficie della lavagna.

Scrivere testo a mano libera
La scrittura libera con i pennarelli interattivi sulla superficie è una delle attività più immediate ed intuitive che la LIM permette di svolgere.
La scrittura può essere “dotata” di vari colori, formati, dimensioni, trasparenze, rilievi, di cui è sempre possibile modificare ogni singolo attributo.
Si ricordi che, una volta scritto, il testo è considerato come una casella di testo e come tale modificabile e spostabile a piacimento sulla superficie della lavagna. Inoltre sulla casella di testo è attivabile anche il collegamento al web, ad un’altra pagina della presentazione, ad un file del PC su cui si opera.
E’ altresì possibile intervenire sui testi copiati altrove ed incollati sulla diapositiva della LIM.
La maggior parte dei modelli di lavagne rende le azioni di scrittura attivabili mediante gli strumenti presenti nel portapenne della lavagna. A corredo, sono messi a disposizione specifici strumenti di gestione della visualizzazione: ombreggiatura, evidenziazioni, lenti di in gradimento.
Una volta riempita una pagina, alcuni software permettono di avviarne un’altra in tre modi differenti: pagina bianca, pagina con griglia, pagina con sfondo.

http://www.innovascuola.gov.it/

Tag: