set 13 2010

Calcola la quantità di ossigeno nell’aria.

Category: Atmosfera,Senza categoria,Video Pianeta Terragiuliano_fantechi @ 09:08
Immagine anteprima YouTube

Proviamo a fare questa esperienza


mar 13 2009

Gli strati dell’atmosfera.

Category: Atmosferagiuliano_fantechi @ 05:41


Gli strati dell’atmosfera.
L’aria avvolge interamente la Terra costituendo un vero e proprio involucro che, sotto l’azione della gravità e della forza centrifuga dovuta alla rotazione terrestre, assume una forma sferoidale , schiacciata ai poli e rigonfia all’Equatore. Per questo motivo, anche se non è possibile individuare con precisione i suoi confini con gli spazi interplanetari, è stata chiamata atmosfera (dal greco atmòs = vapore e sfaira = sfera). In essa è possibile distinguere un certo numero di strati (o sfere), concentrici con la Terra, caratterizzati da temperatura e da proprietà chimiche diverse. Partendo dalla superficie terrestre (il suolo) e andando verso l’alto si distinguono: la troposfera, la stratosfera, la mesosfera, la termosfera e l’esosfera.

La troposfera

E’ il primo strato dell’atmosfera, quello in cui siamo immersi. Il calore che proviene dalla superficie della Terra riscalda questo strato e quindi la temperatura diminuisce procedendo verso l’alto. Nella troposfera l’aria è in continuo movimento ed è qui che avvengono i fenomeni atmosferici come il vento, la formazione delle nuvole, le precipitazioni, ecc. Subito sopra, ad un’altezza che varia tra gli 8 Km sopra i poli e i 18 Km sopra l’equatore, si trova la tropopausa, che segna il passaggio alla stratosfera.

La stratosfera

In questo strato non ci sono fenomeni dovuti alla turbolenza atmosferica, come in tutti i successivi strati. Il vapore acqueo è praticamente assente e i gas sono molto più rarefatti. Qui la temperatura aumenta con il crescere dell’altezza, poiché lo strato di ozono qui presente assorbe direttamente parte delle radiazioni solari. La stratopausa rappresenta il confine con la mesosfera e si trova intorno ai 50 Km di altezza.

La mesosfera

In questo strato la temperatura ritorna a diminuire con l’aumentare dell’altezza. Il calore, infatti, arriva dalla superficie della Terra, che è piuttosto distante. A circa 100 Km di altezza, si ha il minimo termico, dove si trova la mesopausa, che rappresenta il passaggio con la termosfera.

La termosfera

La temperatura in questo strato cresce con l’aumentare dell’altezza. La densità dei gas presenti diminuisce andando verso l’alto.

L’esosfera

Rappresenta lo strato più esterno dell’atmosfera e anche quello meno conosciuto. I ricercatori hanno calcolato che la temperatura superi addirittura i 2000 °C.


feb 24 2009

Atmosfera.

Category: Atmosferagiuliano_fantechi @ 16:38

L’atmosfera è una componente essenziale per la vita sulla Terra poiché contiene l’ossigeno necessario alla respirazione degli organismi viventi. Inoltre funziona da filtro delle radiazioni nocive provenienti dal Sole, riflettendole e impedendo loro di raggiungere il suolo, e consente alla superficie terrestre di mantenere una temperatura adatta alla vita di piante ed animali. L’atmosfera è anche la sede dei principali fenomeni meteorologici (vento, pioggia, neve, ecc.), che nel loro insieme costituiscono il clima.
Composizione
L’aria che respiriamo è costituita da un miscuglio di particelle solide e liquide sospese in un mezzo gassoso (vedi grafico), costituito a sua volta da:
• ossigeno (O2), (20,95% in volume) quasi interamente di origine biologica, prodotto da organismi autotrofi (vegetali) grazie alla fotosintesi clorofilliana;
• anidride carbonica (CO2) (in percentuale variabile) di origine naturale e antropogenica (ovvero generata dalle attività svolte dall’uomo: combustioni);
• acqua (H2O), (in percentuale variabile) che nell’atmosfera può trovarsi sotto forma di vapore, oppure allo stato liquido o solido;
• azoto (N2), pari al 78% in volume e argon (A) pari allo 0,93% in volume;
• altri gas come neon, kripton, xenon, idrogeno, ed altri ancora, che nell’insieme costituiscono solo lo 0,01% in volume dell’atmosfera. Le particelle solide e liquide (polveri varie, spore, pollini, ecc.) sono presenti in quantità ridotte e sono caratterizzate da dimensioni, caratteristiche fisiche e chimiche variabili. (Vedi immagine) 
Origine dell’atmosfera
L’atmosfera attuale della Terra, così come quella di altri pianeti, ha un’origine poco conosciuta.  Potrebbe essersi formata durante l’aggregazione del pianeta oppure nel corso di eventi catastrofici o, magari, lentamente e in modo continuo nel volgere dei tempi geologici. Secondo le ipotesi più recenti, l’azoto, l’anidride carbonica e il vapore acqueo presenti nella composizione attuale dell’atmosfera sono attribuibili ad attività vulcaniche ed a reazioni chimiche avvenute attorno a 3,8 miliardi di anni fa, quando la Terra aveva già una crosta superficiale e la sua temperatura era sufficientemente bassa da impedire che i gas, provenienti dall’interno del pianeta, si disperdessero nello spazio. Si ritiene che l’ossigeno si sia formato in un secondo momento, sia per decomposizione del vapore acqueo sotto l’azione di scariche elettriche e della radiazione solare nell’alta atmosfera, sia dall’anidride carbonica atmosferica attraverso la fotosintesi clorofilliana, divenuta attiva dopo la comparsa sulla Terra dei primi organismi autotrofi (i vegetali).

Tag: